Perfect Pasta

The finished product of our first batch of homemade pasta has been a great success. We used Pangkarra wholegrain durum flour from the Clare Valley in South Australia. The Silver Spoon Cookbook is a wonderful source of everything Italian and the recipe worked a treat. I’ll be keeping my new pasta machine!

Published via Pressgram

La nostra nuova macchina per la pasta

First batch of pasta in the new pasta maker. Our big decision is what shape to make? The standard parts that came with my lovely new Atlas Mercato machine are for fettuccine and spaghetti. Our recipe is from the English version of Il Cucchiaio D’Argento, The Silver Spoon cookbook. Our test batch for cleaning out the new machine was really satiny when I was kneading it. Let’s hope the real batch, made with Pangkarra wholegrain durum flour, feels as good. I was at one with the dough. How zen!

Published via Pressgram

Pizza fatta in casa ~ Fleurieu Style

Perfetto
Perfetto

Da tre anni sto studiando italiano con lo stesso gruppo e la stessa insegnante. Di tanto in tanto diversi membri del gruppo si riuniscono socialmente. L’ultima di queste riunioni è stata alla casa di campagna della compagna di banco Maura e suo marito Vic. La loro casa di compagna si trova nella splendida penisola di Fleurieu, a circa un’ora a sud dalla città di Adelaide. Maura e Vic hanno avuto un forno a legna costruito sulla loro proprietà, e siamo stati invitati per il più iconico dei piatti della cucina italiana, la pizza.

Il viaggio verso la proprietà è molto bello in una giornata invernale. Le colline, normalmente asciutte, ora sono verdi dopo le piogge consistenti nelle ultime settimane. Gli animali sono in abbondanza sulle strade: canguri, mucche, alpaca, pecore, anatre, oche e una profusione di uccelli nativi. Abbiamo superato un cartello stradale per i koala e sicuramente erano fra gli alberi, mentre passavamo di là.

Si, guarda da vicino, ci sono canguri...
Si, guarda da vicino, ci sono canguri…

Quando siamo arrivati la pasta si era già stata allievitata, e il forno a legna era già acceso. Maura ha iniziato a stendere la pasta per le pizze, poi ha messo i condimenti su. Vic ha cotto le pizze al forno. E noi abbiamo apprezzato le pizze che ha risultato.

Il pomeriggio si è concluso con un recital musicale; Vic ha tirato fuori la fisarmonica e ha suonato qualche melodia. Poì Nick, il marito di Nicoletta, ha dimostrato anche le sue abilità con la fisarmonica. Siamo abbastanza sicuri che abbiamo intraveduto un luccichio negli occhi di Nicoletta mentre guardava il marito carezzando le chiavi di madre-perla …

Insomma, è stata una giornata stupenda con gli amici, il cibo, il vino e la musica.

Altre Voci – una recensione

Il mio collega da Yoga, Leandro Salomone è un artista. Nelle sue opere si utilizzano oggetti che si trovano nella vita quotidiana, come fibre naturali, metalli, pittura, legna o altre cose. Sabato siamo andati a vedere la sua mostra in corso.

Come la maggiore parte delle sue opere, quella mostra, si chiama ‘Altre voci’, è una raccolta di oggetti utilitari. In questo caso gli oggetti sono assi di legno, che si riferiscono a come “tavole”.

La mostra occupa due sale. Nella prima sala si può leggere la storia di ogni uomo di cui tavola è esposto; ci sono pittori, muratori, carpentieri e altri ancora. Ogni storia è dolceamaro, e si capisce che descrive una patria perduta, ma una vita produttiva e felice trovata in questa terra nuova.

Quando si entra nella seconda sala si è colpiti dal posizionamento e dalla diversità delle tavole;  alcuni sono lunghe e larghe, altri ben stagionate e con molte gocce colorate di vernice, ognuno si era imbevuto della storia del proprietario. Tutto si fa aiutare dall’illuminazione efficace.

L’installazione si crea uno spazio per contemplare ogni oggetto e racimolare le storie segrete, reali o immaginate.

In somma, vi consiglio di vedere questa mostra, subito.

La mostra è a la AEAF (Australian Experimental Art Foundation) Lion Arts Centre  da 20 Ottobre

P.S. This piece was written for a class assignment to practice use of the ‘Si Impersonale’. It is an unedited  review. I am a student of Italian and not a native speaker. I apologise for any errors.  Corrections welcome.